Dinastia thorwald online dating

16), di cui si pubblicherà in appresso il facsimile col- la sua illustrazione. Nel fondarsi qui- vi onde rinlìancare i fondamenti , circa al piano della via Flaminia, si rinvennero bellissimi pezzi di bassorilievo, e di ornati. Fra i nomi ovvii in siffatti elenchi mi sembra- no nuovi i seguenti : 'ASèpt To^ p. Due iscri- zioni disgraziatamente perdute portavano caratteri celliberi ed insieme latini, ed una piccola ara marmorea esistente al museo con due linee d'iscrizioni celtibere (pubblicata poco accuratamente da Laborde I, t. Si cette première hypothèse était vraie, elle en autoriserait une seconde, à savoir que le graveur des in&criptions aurait par une doublé erreur pris d'abord une scène de congé pour l'autre, puis confondu le noni d'Oenée avec celui d'Oenomaùs. 142 ) fai place la fabrication du miroir au commencement du septiènie siècle par la raison que fai admise sur l'autorité de M. Vedendo quindi un altro puttino alla poppa del animale, ci viene in mente la favola di Alope; sembra intanto trat- tarsi d'un semplice giuoco. Ma anche il vasellame nero, "sebbene s'incontri meno frequentemente del rosso, al pari di ^questo è talvolta insignito di bolli latini , ed anche in altre città della Spagna si sono ritrovate riunite 1' una e l'altra qualità. — Michaelis : sull'Ercole epi- trapezios di Lisippo. — Ripostiglio di monete dell' età repubbli- cana ritr. — Brunn : disegno d'una (1) Il Riìio Padre ci scrisse intorno ad esso come segue : « Nella serie della monetazione romana trovasi il sestante ora senza i se- 4 I. — Gonze: copia da lui fatta della lapide di IMiilippi riferita negli Annali 1859, p. — Brunn : va- so del Museo Campana (Serie IV, 1081) rappr. Garrucci : fotografie d'una casset- ta d'avorio esistente nella cattedrale di Veroli con bassiri- lievi rappr. l'appendice a quest' adunan- za); — ricordò a confronto un rilievo pure di avorio che forma il coperchio d'un libro corale nella biblioteca dell'ar- senale a Parigi, ed offre una replica quasi identica di quel- lo pompeiano, nel quale si è creduto di riconoscere il col- loquio di Socrate con Diotima, mentre un altro esempio di simile uso d'antichi concetti è conosciuto nella cassetta di Xanthen rappr. Fu nota- to in ultimo, come gli stessi Ebrei che aborrivano le scene fisurate , nelle loro catacombe romane si erano serviti di un sarcofago dorato con figure, scoperto di recente in una vigna dirimpetto a S. Il più interessante si è il rilievo d'uno de' lati lunghi, che ci offre una replica esatta di quattro delle cinque figure rappresentate sull' ara di Cleomene esisten- te al Museo di Firenze (R. Dall' altra parte del gruppo è replicata a rovescio la figura del giovane con piatto, se non che la mano alzata coli' attributo è rotta, e che coli' altra egli tiene il parazonio appoggialo alla coscia. Os- servasi pure alquanto all' indietro un' edicola , in cui sono sedenti le statue di Giove e di Giunone ; la prima tiene lo scettro, come simbolo della potenza e sovranità, e la secon- da la patera in atto di gradire e ricevere le offerte. — Anche al foro si è assegnata una località in quella parte superiore della città ; e che il tea- tro, che certamente non mancava a Tarragona , siasi pure appoggiato a quella parte dell'arce, a nord-est, cioè ad un dipresso là ove una volta slava il castillo del Patriarca, lo suppongo per la ragione, che nelle fondamenta di questo edilizio, distrutto nelle ultime guerre, si sono trovati de' gra- dini con iscrizioni pubblicate da me ne' rapporti mensili della reale accademia di Berlino 1860, p. Sono a mantenere la promessa di darle esatta relazione di quanto in questi ultimi tempi si è acquistato di oggetti più preziosi e delle escavazioni da me intraprese per conto del nostro pubblico museo Guarnacci. A son départ, au bout de vingt jours , il se li t selon Tusage un échange de présente entre les deux bótes : le roi de Calydon offri t un baudrièr rehaussé de pourpre au petit lìls de Sisyphe et celui-ci lui donna en retour une doublé coupé en or.

VRAVIT di epoca incerta, e Simmaco (X, ep. Gli avanzi di edifizi sembrano esser tutti di origine romana e probabilmente dell 1 epoca dell'impero avanzato.

Un altro puttino sotto l'animale pare succhiarne il latte. H collezione Spiegelthal e provenienti dall' Asia minore : Ga- nimede, coperto del beretto frigio e portante il pedum, cbc volge lo sguardo verso l'aquila che gli è di presso sopra un pilastro ; — Bacco che preme colla gamba la zampa ca- prina d'un piccolo Pane (cf. Del resto i ruderi romani ed i ritrovamenti di anticaglie si distendono fino a quella linea , alla quale probabilmente una volta arrivò il mare. Anche nei contorni di Tarragona si sono conservati al- cuni monumenti romani, tra i quali occupa il primo posto un acquedotto, che alla distanza di mezz' ora dalla città, a destra della strada di Lerida, passa una valle sopra due ar- cate , e le cui traccie possono riconoscersi sopra al monte Olivo fino alla città (Laborde I, 55).

Segue un giovanetto abbracciante il collo d'un cane che sembra voler attaccare la lionessa. Sebbene sia difficile nella Spagna di fissar V epoca di un edifizio dal solo carat- tere della costruzione ( essendoché , secondo ogni probabi- lità, come nel medio evo e ne' tempi moderni, le maniere antiche qui si sono conservate più lungo tempo di altrove), nondimeno concorrono le ragioni tanto intrinseche quanto esterne, per fare attribuire questa costruzione tanto indispen- sabile per la città piuttosto ai primi imperatori che ali 1 epo- ca comunemente supposta di Adriano.

.« THEGETTYCENTERLIBRARY BOLLETTINO dell' INSTITUTO DI CORRISPONDENZA ARCHEOLOGICA PER L'ANNO 1860 BULLETT1N DE L 1 INSTITUT DE CORRESPONDANCE ARCHÉOLOGìQUE POUR L'AN 1860 rjgwi MTrrrf «■ ìt^mt-— «■! ' i i-Ti TTnifrinrg-iint T-rri i Trfi TUTi^irnr T / BULLETTINO DELL 1 INSTITUTO DI CORRISPONDENZA ARCHEOLOGICA PER L'ANNO 1860. Verso questo gruppo si muove un toro corrente , sul cui dorso è assiso un puttiuo; mentre un giovinetto con asta nella sinistra alzata allontanan- dosi guarda indietro. Lanci : facsimile della lodata iscrizione bilingue ( cf. Né poi si può dire che il Lupo memorato da Simmaco avesse continuato iiell' uffizio più anni e fargli così toccare dal 363, nel quale anno mo- rì Giuliano, al 367, quando reggevano la repubblica tre Augusti; per- chè al 364 e 365, epoca intermedia, la Campania era amministrata da Buleforo ( Cod. Her- nandez ha cavato la pianta ed il disegno, prima che spari- sca colla roccia, sulla quale è posto.

BULLET1N DE L' 1NSTITUT DE COll RESPOINDAINCE ARCHÉOLOGIQUE POUR LAN 1860. 53ZO V5 r ■ , ■ '■ I BALLETTINO DELL/ INST1TUTO DI CORRISPONDENZA ARCHEOLOGICA. Più a destra troviamo un cavallo ritenuto alla briglia da un giovanetto. Se non di rado si ri- trovano pavimenti ordinarj, posti 1' uno sopra 1' altro, cogli intervalli riempiti di rottami, la ragione ne ravviseremo sem- plicemente nella caduta degli edilìzi , ma non vi riconosce- remo una prova di varj periodi successivi di costruzioni , che si vogliono dimostrare puranche per mezzo de' ritrova- menti tanto fallaci di diversi generi di vasellame e di me- daglie. 24, 87) chiama la città tyr- rhcnica , cioè situata sul mar tirreno , così si crede dover supporre uno stabilimento fisso degli Etruschi (mentre in tutta la costa della Spagna manca ogni indizio di qualsiasi colo- nia etrusca), ed a loro si attribuisce tutto il vasellame nero, che qui si ritrova, secondo s' asserisce, in strati più profondi de' vasi rossi così detti saguntini.

Leave a Reply